Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
etichetta sezione intervista
Giacomo Czerny
Interviste

Giacomo Czerny: il ’21 di un ex tronista che sogna il cinema

La vita del giovane ex tronista che sogna una vita dietro le quinte

Giacomo Czerny, classe ’95, di La Spezia, è tra i vlogger più seguiti del momento: lanciato al grande pubblico dopo una partecipazione al programma ‘Uomini e Donne‘ condotto da Maria De Filippi su Canale Cinque, dove ha incontrato la sua attuale compagna Martina, ha deciso di creare video sul suo canale Youtube.
Grazie infatti al format ‘Outta control’ Czerny ha portato, e porterà a breve, i suoi viaggi dinamici sulla piattaforma.

Ma ‘Czerny’ è un nome d’arte?

“È il mio cognome in tutto e per tutto. Mio padre è tedesco, originario di Monaco di Baviera. Mi rende molto fiero l’origine del mio nome: mi fa sentire un cittadino del mondo. Nato per viaggiare”.

Da qui i tuoi vlog, i video e la passione per il videomaking. Da dove nasce tutto questo?

“La passione per i video nasce quando ero molto piccolo: mio padre aveva un’enorme collezione di dvd, Blu-Ray e videocassette; sono cresciuto guardando una quantità immensa di film di ogni genere. Da lì è nato il desiderio di rifare ciò che vedevo nei film,. E, a questo punto, nessuno mi avrebbe più tolto la fotocamera dalle mani”.

Prima venne il videomaking dunque, e dopo i vlog, la fotografia e quant’altro…

“Esattamente. I vlog sono nati spontaneamente, anche prima del programma ho sempre sentito il bisogno di raccontarmi al pubblico”.

Giacomo Czerny foto
Una foto di Giacomo Czerny

A proposito, com’è nata la tua partecipazione a ‘Uomini e Donne’?

Molto casualmente, anzi, è partito tutto senza che io lo sapessi: mia madre, appena ho compiuto 18 anni, ha mandato la lettera per la partecipazione al programma. Lo scorso dicembre, una chiamata anonima, che io scambiai per un call-center, mi avvisò di essere stato scelto per partecipare alla trasmissione. Ne ero contento: avevo voglia di fuggire dalla monotonia della provincia e di innamorarmi, quindi ho affrontato tutte le varie selezioni e casting fino ad arrivare in televisione con Maria De Filippi, e da lì è partito tutto.”

Credo sia arrivato il momento di rispondere ad un dilemma esistenziale di un’intera generazione: cosa succede quando si spengono le luci?

(ride)
“Solitamente ci si bacia.
Ma cosa effettivamente succeda, per filo e per segno, non si può raccontare: deve rimanere un segreto.
E soprattutto, se succede qualcosa eclatante, viene subito detto in studio.”

A proposito di Maria, mettendo un attimo da parte la grande De Filippi con la quale hai lavorato: hai votato per il referendum a favore della legalizzazione della cannabis?

“Non ho votato, ma sono assolutamente a favorevole alla legalizzazione. Non per consumo personale, bensí credo sia un modo per avere un controllo totale sulla situazione delle droghe leggere, impedendo che arrivino soldi alle mani sbagliate”.

Okay, ritornando sui nostri binari, quali sono le tue più grandi influenze per il videomaking?

Ciò che più mi ha spronato ad iniziare è stato ‘Il signore degli anelli’, ma i registi ai quali mi ispiro di più sono: Martin Scorsese, soprattutto in ‘The Departed’, ma anche Villeneuve, Tarantino e Fincher.

‘Outta control’ è un format divertente, leggero, e che scorre piacevolmente. Hai intenzione di continuare questo progetto e aggiungerne altri?

‘Outta control’ è un format che non abbandonerò a breve, visto che va ben oltre la semplice vacanza. È un viaggio interattivo che permette a me e Martina di viaggiare con l’ausilio della nostra community: grazie ai nostri fan sapevamo sempre dove andare, che applicazioni usare, dove mangiare e molto altro.
Voglio quindi riproporre ‘Outta Control‘ in molti viaggi che faremo in futuro, poiché è stato estremamente divertente e dinamico: a breve ricominceremo quindi rimanete aggiornati.

Giacomo Czerny
Giacomo Czerny

Ci puoi dire qualcosa sulle tue prossime tappe ed i prossimi spostamenti?

Assolutamente no!
(ride)
Posso solo dire che inizierà con un sondaggio su cui si potrà scegliere tra ‘caldo’ e ‘freddo‘”.

Cambiamo nuovamente orizzonte. WMH è una webzine che si occupa principalmente di musica. Tu che cosa ascolti nei vari momenti della giornata?

Ascolto veramente tanta musica, renditi conto che ascolto più musica della mia ragazza, che è una ballerina!
il mio genere preferito (che ascolto senza sosta) è il pop-punk, quindi i Blink-182, i Sum 41, i NOFX, gli Offspring e molti altri.
Potremmo definirla musica da college, ho sempre sognato frequentarne uno anche se so non accadrà mai.
Se un giorno dovessi riuscire a fare un film, lo ambienterei esattamente in un college.”

Quindi un film scapestrato, ricco di punk, gioventù e luci che si spengono!

Esatto!
Potessi farlo ci metterei qualsiasi cosa, il più libero possibile.
Pensa che anni fa avevo scritto la sceneggiatura di un film su un riadattamento di Harry Potter in Italia, aggiungendoci un sacco di dettagli punk.”

Rimangono tutte idee nella tua testa o metterai in atto qualcosa che hai scritto?

“Ho intenzione di cercare una casa di produzione per incominciare a girare dei corti, per farli nel modo migliore.
Non vorrei però fare il regista, il mio sogno è quello di essere il direttore della fotografia.

Invece per le Serie TV? Hai recentemente guardato qualcosa che ti ha colpito?

“Le ultime che ho guardato sono ‘La casa di carta’ e ‘Outer Banks’, però non mi hanno sinceramente colpito molto.
Ti dirò di più, non voglio fare il nostalgico ma credo le serie abbiano perso molto del loro fascino da quando escono tutte in un unico blocco; non c’è più l’attesa per il nuovo episodio che crea una discussione con altre persone, rimane tutto troppo veloce e asettico.”

Cambiando ancora argomento, e toccando tutti gli argomenti di cui trattiamo ti chiedo, se dovessi consigliare un outfit per un aperitivo con una ragazza, cosa proporresti?

“Per fare colpo dunque?
Ora vedo Martina che mi sta guardando malissimo perdonami (ride)
Credo sceglierei un pantalone lungo jeans e una maglietta nera, lo stesso colore con cui sceglierei le scarpe, rigorosamente all-star.
Insomma, un look tranquillo, non pretenzioso, che però da sempre il meglio di sè.
E rigorosamente i jeans skinny.”

Giacomo è stato veramente un vero piacere poter chiacchierare con te, in bocca al lupo per tutto!

“Grazie; sei simpatico, ti consiglio di iscriverti alle selezioni di Uomini e Donne per scoprire in prima persona cosa succede quando si spengono le telecamere in esterna”.

Guarda ora l’intervista integrale sul nostro canale YouTube

Riproduzione Riservata ®

Potrebbe interessarti anche

Dress Code

Very Peri: una base blu pervinca per il colore del 2022

SLSG - Sol La Si Gol!

Gianmaria e lo Spezia nel Golfo del Poeta, l’Inter ringrazia

Musica

Playa: la rivisitazione di Francesco Bianconi 2022

L'Antitesi

Menzioni disonorevoli per il 2021 dai pessimi risvolti

error: Content is protected !!

Newsletter

newsletter banner

Non perderti neanche un articolo!

Richiedi subito l’iscrizione alla nostra newsletter per ricevere gratis la rassegna settimanale dei migliori contenuti!

UNISCITI

al nostro canale Telegram

Where_Magic_Happens

Articoli in tempo reale e contenuti in esclusiva!